Macero weekly

Macero weekly

Iniziamo con questo post un appuntamento settimanale che propone una scelta delle segnalazioni che quotidianamente facciamo sulla nostra pagina Facebook.

Autobiografia di una femminista distratta

Lepetit

Laura Lepetit, fondatrice delle edizioni La Tartaruga, che pubblicava unicamente donne, in base a criteri letterari, non solo politici, anche in anni in cui la militanza femminista avrebbe potuto far virare verso scelte piú ideologiche.

Raccontare l’esodo, la nostra sfida

straniero

Hakan Günday è nato a Rodi nel 1976, ma vive a Istanbul. “Ancòra” ha vinto nel 2015 il premio Médicis in Francia come miglior romanzo straniero. Arriva ora in Italia, nella traduzione di Fulvio Bertuccelli, edito da marcos y marcos.

Le vittime di mafia e la storia come metodo critico

mafia

Su il Lavoro Culturale una recensione del Sindaco Gentile di Marcello Ravveduto. La storia di Marcello Torre e dei suoi mille volti, sindaco campano, democristiano moderato, vittima della camorra, anti divorzista, avvocato di anarchici, extraparlamentari e camorristi.

Frontex, l’integrazione europea attraverso la polizia?

frontex

Radiocittà Fujiko intervista Giuseppe Campesi sul suo ultimo libro, Polizia della frontiera, Frontex e la produzione dello spazio europeo.

Il neurocapitale

griziotti

Da Alfabeta due, l’introduzione di Tiziana Terranova a Neurocapitalismo, un’indagine sui rapporti tra tecnologie e dinamiche culturali, di Giorgio Griziotti tra i primi a laurearsi in tecnologie informatiche in Italia.